giovedì 21 settembre 2017 23:12:58
omniroma

Casa, sfilano i Movimenti di lotta
“Tutti uniti in un’unica battaglia”

18 marzo 2017 Cronaca, Politica

Il corteo multientnico dei movimenti per il diritto alla casa, partito oggi pomeriggio da piazza Vittorio per giungere sotto al Campidoglio, ha sfilato per le vie del centro storico per chiedere all’amministrazione M5s un “radicale cambio di rotta”, in materia di politiche abitative e sgomberi.  “La città la decide chi la abita. Basta sgomberi” è stato lo striscione alla testa del corteo, accompagnato da bandiere no Tav, del movimento Stop sgomberi, fumogeni rossi e arancioni. Dal carro con cassa e microfono che ha dato il ritmo di marcia del corteo si sono alzati diversi cori: sfottò a Virginia Raggi, accuse contro il governo e l’ex premier Renzi, e solidarietà ai lavoratori di Almaviva. “Casa scuola lavoro: tutti uniti in un’unica battaglia” è lo slogan con cui si è chiusa l’assemblea che è seguita al corteo. Dopo l’ intervento di un ex dipendente di Almaviva, al microfono si sono alternati militanti di diverse organizzazioni. I temi più discussi sono stati diritto alla casa e precarizzazione del lavoro. I manifestati si sono poi dati appuntamento al 25 marzo, per una manifestazione “contro questa Europa” in vista dei festeggiamenti per i 60 anni dai trattati di Roma.  Secondo gli organizzatori a manifestare sarebbero stati circa 5mila persone, la questura invece ancora non ha dato una sua stima.