giovedì 21 settembre 2017 21:37:44
omniroma

CARABINIERI, CAMBIO AL REPARTO OPERATIVO: LASCIA SABATINO, ARRIVA DONNARUMMA

18 novembre 2015 Cronaca

Cambio al vertice del reparto operativo di Roma dell'Arma dei carabinieri. Il colonnello Lorenzo Sabatino, infatti, lascia il comando del Reparto per assumere l'incarico di comandante del secondo reparto investigativo del Ros. Al suo posto giunge il colonnello Giuseppe Donnarumma. Gia' comandante provinciale dei Carabinieri dell’Aquila, 53 anni, in Abruzzo dal luglio del 2014, proveniente dal comando provinciale di Pesaro-Urbino, ha svolto servizio a Milano, Varese, Cagliari. Simbolico passaggio di consegne tra i due e' avvenuto nella sede dell'Arma in piazza San Lorenzo in Lucina alla presenza del comandante provinciale Salvatore Luongo. “E' un momento particolare – ha detto Luongo – Siamo Emozionati. Salutiamo il colonnello Sabatino dopo nove anni importanti per Roma siaa dal punto di vista della sicurezza pubblica che da quello dell'attivita' investigativa. Tutto fa parte di un programma di rivitalizzazione dell'Arma e di un processo dinamico al servizio delle esigenze della comunita' romana, un modello virtuoso per aumentare la sicurezza anche percepita. Sabatino e' stato un collaboratore prezioso e valido. Al colonnello Donnarumma gli auguri per affrontare la sfida Giubileo ma non solo”. “Lascio il comando provinciale di Roma – ha detto Sabatino – dove arrivai nel 2006. Sono stati anni di successi raggiunti grazie ai militari con cui ho lavorato con successo al contrasto criminalita' organizzata”. Tante le operazioni e indagini infatti coordinate da Sabatino: arresto degli autori dell'omicidio Pisnoli, la soluzione del giallo dell'Olgiata, la maxi-inchiesta sulla sanita' del Lazio con lady asl, l'indagine P3 e quella sulle baby squillo. Numerose anche le operazioni di contrasto al traffico di droga anche collegate alla criminalita' organizzata; indagini di contrasto alla criminalita' mafiosa. Una nuova “sfida” per Donnarumma che si e' detto positivo e ottimista rispetto alla situazione capitolina. (18 novembre 2015)