mercoledì 13 dicembre 2017 23:40:43
omniroma

Campidoglio, nuovi vertici al Palaexpo
Pubblicato l’avviso per le candidature

3 novembre 2017 Politica

Nuovi presidente e Cda in arrivo per l’azienda speciale Palaexpo, attualmente commissariata sotto la guida di Innocenzo Cipolletta. Il Campidoglio, con un avviso pubblico a firma del sindaco Virginia Raggi, ha infatti pubblicato l’avviso pubblico per le manifestazioni di interesse a candidarsi a componente del consiglio di amministrazione dell’azienda culturale, anche alla luce delle linee guida approvate da Roma capitale per la riorganizzazione delle società del settore cultura. Il termine per la presentazione delle candidature è fissato alle ore 18 del 12 dicembre. Potranno proporsi come membri del Cda: singoli cittadini interessati in possesso dei requisiti; gruppi di almeno 100 cittadini; rettori e presidi delle facoltà delle università pubbliche e libere con sede nel Lazio; associazioni che abbiano per fine sociale la tutela degli interessi dei cittadini o la tutela degli interessi diffusi connessi all’attività dell’azienda speciale Palaexpo. In ogni caso, come si legge nell’avviso e a differenza di quanto previsto dall’allora sindaco Ignazio Marino nel 2013, la sindaca Virginia Raggi si riserva la facoltà di scegliere come membri del Cda anche personalità al di fuori delle candidature che saranno pervenute. Una ulteriore differenza rispetto all’avviso del 2013 riguarda i compensi degli amministratori. L’allora sindaco Marino specificò infatti che “l’incarico viene prestato a titolo gratuito in coerenza con gli obiettivi di contenimento e razionalizzazione della spesa pubblica”, mentre nessun riferimento è presente nell’avviso pubblicato dall’amministrazione capitolina a Cinque stelle.
Il progetto del Campidoglio per l’azienda Palaexpo è mettere insieme il Palazzo delle Esposizioni con il Macro ed alcuni spazi al Mattatoio, con una collaborazione strutturale con le Biblioteche Civiche. Per il Macro infatti è previsto il passaggio in gestione al Palazzo delle Esposizioni dal 1 gennaio 2018.