lunedì 25 settembre 2017 22:36:16
omniroma

BOLKESTEIN, IN COMUNE AL VIA ITER PARTECIPATO PER REGOLAMENTO

10 marzo 2017 Cronaca

La commissione commercio di Roma Capitale ha dato il via all’iter per l’elaborazione del regolamento delle attività che insistono su area pubblica, compresi i mercati rionali. Nell’ambito della seduta odierna di commissione dove il consigliere capitolino del Pd Orlando Corsetti ha presentato una proposta per lo sviluppo del regolamento in vista del recepimento della direttiva Bolkestein rispetto alla quale “il comune di Roma non può derogare poiché si tratta di una direttiva europea – ha spiegato il presidente della commissione commercio Andrea Coia – tuttavia al momento c’è una proroga al recepimento della direttiva che ci dà più tempo per adeguarci”.
“La scadenza è al 2018 ma penso che l’amministrazione debba iniziare a ragionare sulle possibilità, organizzando un tavolo con una serie di proposte da analizzare al fine di trovare una linea il più possibile condivisa – ha spiegato Corsetti – L’amministrazione dovrebbe avere il coraggio di accompagnare quello che si è già avviato come risposta anticrisi, ovvero l’affiancamento di altre attività, anche di ristoro, alla vendita del prodotto”
La proposta del Pd insieme a quella del M5s “sarà inviata a tutte le associazioni e rappresentanti di categoria” ha sottolineato il presidente Coia. Successivamente “si potrà fare una selezione delle proposte recepite e aprire un confronto, in una o più sedute con i rappresentanti di categoria” ha suggerito il consigliere M5s e commissario Angelo Sturni. “Rendiamo le proposte alle associazioni di categoria e facciamo successivamente una riunione con i rappresentanti” ha concluso Coia. Alcuni punti della proposta del Pd sono intanto stati analizzati nel corso della seduta. “Apprezzo la parte che riguarda l’uso della matematica nel calcolo amministrativo rispetto all’assegnazione dei posteggi mentre ci lasciano perplessi sia il discorso dei mercati straordinari: si andrebbero a introdurre ulteriori complicazioni amministrative che possono essere utili agli operatori ma credo rendano più complessi i processi per l’amministrazione capitolina, sia il discorso su proroga e affidamento diretto: creano problematiche che possono creare inequità” ha spiegato Coia in riferimento alla proposta di regolamento avanzata dal consigliere Pd Corsetti.