mercoledì 23 agosto 2017 21:16:09
omniroma

Atac, polemica Comune-Rettighieri
Campidoglio: cerchiamo un nuovo dg

31 agosto 2016 Politica

Botta e risposta tra l’assessore capitolino ai Trasporti Linda Meleo e il dg di Atac Marco Rettighieri, dopo la pubblicazione ieri sul proprio blog da parte del senatore Pd Stefano Esposito di una lettera indirizzata dal dirigente dell’azienda dei trasporti romana all’assessore, in cui fa sapere, tra le altre cose, di non aver ricevuto ancora i 18 milioni stanziati dal Campidoglio per l’azienda. Il comune, ora, pensa ad un nuovo direttore generale per la municipalizzata del trasporto pubblico locale.

Interpellata da Omniroma in Campidoglio se confermasse la fiducia al dg di Atac, Meleo ha replicato: “La domanda dovrebbe essere ribaltata a Rettighieri. Bisognerebbe capire se lui ha fiducia in questa amministrazione visto che nella lettera si cita espressamente il sindaco ma non compare tra i destinatari”. E, alla domanda sui 18 milioni stanziati e che secondo la lettera scritta e resa nota dallo stesso dg di Atac non sarebbero arrivati, l’assessore ha risposto: “Ribadisco quanto detto ieri. I soldi sono stati stanziati e tra l’altro già molti giorni fa lo stesso Rettighieri mi aveva fatto sapere che i lavori erano iniziati. Per quanto ne so dovrebbero quindi essere iniziati”.

Mentre Rettighieri, dal canto suo, a chi gli chiede se stesse pensando di lasciare il suo incarico, precisa: “Sono un tecnico, non un politico. I tecnici devono poter agire all’interno di un mandato chiaro, ampio e liberamente”. Ieri Meleo aveva scritto in un post su Facebook, commentando la lettera: “È molto grave che uno scambio di comunicazioni interne tra Campidoglio ed Atac, prima ancora che queste siano giunte all’assessore di competenza, sia reso pubblico da un senatore del Partito Democratico che, palesemente, ne strumentalizza i contenuti per i propri fini politici. E’ altrettanto grave, dunque, che vi sia chi si presta a questi giochini tipici della vecchia politica. È singolare inoltre che la sindaca Virginia Raggi non compaia tra i destinatari della lettera seppur chiamata in causa più volte. Tuttavia, a differenza di quanto scrive Rettighieri, si ricorda che il dato del 95% dei treni disponibili a settembre esplicitato dalla sindaca è stato comunicato dallo stesso dg, che ha assicurato che nel mese di settembre sui 32 treni programmati per la metro A ne circoleranno 30 e nella peggiore delle ipotesi 28. Si ricorda inoltre che i 18 milioni di euro per la manutenzione della metro A ci sono, stanziati con una delibera di giunta prima di Ferragosto, mentre la determina dirigenziale che dispone il pagamento è datata persino 12 agosto 2016”.

Nel pomeriggio, il Comune annuncia in una nota: “Dal Campidoglio si esprime sorpresa e stupore per le dichiarazioni di Marco Rettighieri, che evidenziano un atteggiamento irresponsabile poiché arrivano alla vigilia di settembre e rischiano di danneggiare la città e tutti i romani. Preso atto delle posizioni espresse dal dg Atac l’amministrazione in queste ore è al lavoro per l’individuazione di un nuovo management”.