venerdì 22 settembre 2017 22:30:53
omniroma

ARDEA, RUBANO PNEUMATICI E LASCIANO AUTO SU MATTONI CEMENTO: 2 ARRESTI

5 ottobre 2015 Cronaca

I Carabinieri della Tenenza di Ardea questa notte hanno arrestato per furto aggravato, in flagranza di reato, un 46enne di Aprilia ed una 40enne di Nettuno, ma danni residente ad Ardea, entrambi con precedenti specifici. La pattuglia dei Carabinieri, impegnata in uno dei consueti servizi notturni finalizzati proprio alla prevenzione dei reati predatori, ha intercettato nei pressi di Via Bolzano un’autovettura, una Renault Megane per l’esattezza, la cui presenza sospetta era già stata segnalata nei giorni precedenti da alcuni cittadini attenti che notando il mezzo avevano rappresentato il tutto all’Arma locale.
I militari hanno quindi deciso di controllare il mezzo con a bordo i due che, dopo un vano tentativo di nascondere degli oggetti dietro una siepe, sono stati bloccati e perquisiti. Nel corso dei controlli i militari hanno rinvenuto all’interno del mezzo complessivamente 4 pneumatici compresi di cerchio in lega con logo Smart, alcune chiavi a brugola cosiddette a X comunemente usate per smontare le ruote delle autovetture, altre chiavi idonee a smontare parti di veicoli ed un mattone in cemento. Dai successivi accertamenti è emerso che i predetti, poco prima, avevano asportato gli pneumatici da un’autovettura Smart Fortwo parcheggiata in una stradina nei dintorni; la macchina in questione è stata effettivamente rinvenuta priva di tutte e quattro le ruote e poggiata su dei mattoni di cemento, identici a quello trovato all’interno del baule della Renault Megane. L’intera refurtiva è stata così recuperata e restituita poco dopo al proprietario che ancora non si era reso conto del furto subito. Il mezzo utilizzato per compiere il delitto, unitamente a tutto il materiale rinvenuto, è stato posto sotto sequestro mentre i due complici sono stati tratti in arresto e trattenuti in camera di sicurezza in attesa di essere giudicati con rito direttissimo presso il Tribunale di Velletri. (5 ottobre 2015)