martedì 26 settembre 2017 20:18:03
omniroma

Appia Antica, da Comune 930mila euro
Riqualificazione e nuova viabilità

29 novembre 2016 Cronaca, Politica

Sono 930mila gli euro messi a disposizione dal Campidoglio per la riqualificazione e la nuova viabilità dell’Appia Antica nel tratto che va da Porta San Sebastiano a via dell’Appia Pignatelli. E’ un finanziamento previsto nell’ambito del “Piano organico e coordinato del Giubileo Straordinario della Misericordia” per l’approvazione del progetto esecutivo denominato “Interventi di riqualificazione ed adeguato per la nuova viabilità di via Appia Antica”, 200mila euro in più rispetto agli iniziali 730mila euro. Lo prevede la delibera di Giunta n° 92 del 18 novembre 2016. L’aumento, si legge nel documento, “è stato determinato dalla necessità di estendere la riqualificazione di tratti di pavimentazione in selciato anche a tratti di pavimentazione in basolato, e di inserire accorgimenti per la modifica, in riduzione, dei flussi veicolari di attraversamento e la individuazione di percorsi ciclopedonali idonei alla fruizione dell’area del Parco dell’Appia Antica”. Il 12 febbraio scorso, infatti, si era svolta una riunione in Campidoglio alla presenza di rappresentanti dei Municipi I e VIII, dei Dipartimenti SIMU e Mobilità, della Sovrintendenza Capitolina, dell’Ente Parco Regionale dell’Appia Antica, dei Gruppi I e VIII di Polizia Locale, dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità, nel corso della quale si era preso atto “dell’imminente fine dei lavori di riqualificazione del manto stradale di via Appia Antica” e si erano affrontate le “questioni connesse alla messa a punto e all’avvio di un nuovo progetto di viabilità nel tratto inizialmente compreso tra Porta San Sebastiano e l’intersezione con Via Appia Pignatelli. Nel corso della stessa riunione, sulla base di due diverse ipotesi progettuali, è stata valutata la necessità di conseguire una riduzione del traffico privato di attraversamento nel primo tratto di Via Appia Antica (Porta San Sebastiano – Domine Quo Vadis) e di istituire un senso unico nel secondo (tra Via della Caffarella e Via Appia Pignatelli). Sempre nella stessa Conferenza il progetto della viabilità è stato cosi definito: istituzione di un senso unico per tutti i veicoli, nella direzione a uscire dal centro, nel tratto della Via Appia Antica tra Via della Caffarella e Via Appia Pignatelli; realizzazione di una segnaletica orizzontale volta a separare il traffico automobilistico da quello non automobilistico; richiesta ad ATAC di miglioramento della frequenza del servizio della linea 118; limitazione di transito per i veicoli privati nel tratto compreso tra Porta San Sebastiano e il viadotto di Via Cilicia, in una prima fase, nella sola direzione verso centro città, in orario 10-17; previsione di una seconda fase, durante la quale la limitazione al traffico privato sarà istituita, nel tratto tra Porta San Sebastiano e il viadotto di Via Cilicia, anche nel senso a uscire dal centro; limite di velocità a 30 km/h per tutti i veicoli circolanti sull’intero tratto da Porta San Sebastiano a via Appia Pignatelli.
La Conferenza ha stabilito che “spetterà al Comando di Polizia Locale, d’intesa con l’VIII Gruppo, il compito di avviare le necessarie verifiche per attivare le procedure per l’installazione di apparecchiature tecniche di controllo dei limiti di velocità; il controllo della corsia preferenziale spetterà, in una prima fase, agli ausiliari del traffico, almeno sinché non verranno installati i dispositivi elettronici di controllo; il Comando dell’VIII Gruppo di Polizia Locale garantirà, per il tempo strettamente necessario alla definizione delle procedure per l’installazione di strumenti elettronici di controllo della velocità, una costante sorveglianza dei tratti stradali, con apposita attività di vigilanza e pattugliamento”. Il successivo definitivo parere ha ribadito la necessità di potenziare la rete del servizio pubblico nell’area e la necessità di procedere alla riqualificazione di tratti di pavimentazione in basolato; di migliorare la segnaletica verticale del tratto in esame adeguandola al contesto monumentale; di predisporre una illuminazione per la sicurezza e valorizzazione dell’Appia Antica; di segnalare e far rispettare i limiti di velocità per il traffico veicolare. Il progetto esecutivo, quindi prevede la riqualificazione di tratti di pavimentazione in selciato attraverso l’integrale rifacimento o la sola sigillatura per le parti che non sono state interessate dall’intervento del primo stralcio del Piano Giubilare; la riqualificazione di tratti di pavimentazione in basolato; la revisione del sistema della segnaletica orizzontale e verticale, in relazione alla definizione del sistema di viabilità del tratta stradale dell’Appia Antica tra Porta San Sebastiano e Via Appia Pignatelli; l’ appostamento nell’ambito delle somme a disposizione dell’appalto di stanziamenti per l’acquisizione di sistemi elettronici di controllo del flusso e un nuovo impianto di illuminazione pubblica. Con l’approvazione della delibera la Giunta ha dunque approvato il progetto esecutivo suddetto e dà mandato al comandante del Corpo della Polizia Locale di attivarsi per potenziare il pattugliamento della strada da parte dei vigili per far rispettare il previsto limite di velocità fissato a 30km/h e dà mandato al dipartimento Mobilità di attivarsi nei confronti dell’Atac per potenziare la rete del servizio di trasporto pubblico.
Il costo di tale intervento, come detto, è di 930mila euro finanziato per 717mila euro con “le economie di gara degli interventi già previsti in una precedente delibera di giunta e già finanziati con mutui della CDP; per ulteriori 200mila euro quale stanziamento di fondi giubilari a seguito della variazione del bilancio di previsione 2016-2018 e per 12.700 euro con fondi del Bilancio di Roma Capitale. I 717mila euro, si legge nella delibera, trovano copertura finanziaria nell’ambito della variazione al bilancio di previsione 2016-2018 e del piano degli investimenti dello stesso biennio per opere giubilari.