martedì 26 settembre 2017 21:51:48
omniroma

ANAGNI, VITTIMA CONOBBE UN AGGRESSORE SUI ‘SOCIAL’:SI CERCA SETTIMO VIOLENTATORE

19 dicembre 2016 Cronaca

Le iene, così i carabinieri di Anagni hanno chiamato l’operazione che questa mattina ha portato in galera sei delle sette persone, tutte di etnia Rom, indagate per violenza sessuale di gruppo nei confronti di una giovane donna di Ferentino. L’altro indagato si è reso irreperibile riuscendo così a sfuggire all’arresto. I fatti risalgono allo scorso 4 settembre quando una passante trovò la ragazza sotto shock su una pubblica piazza. L’intervento dei carabinieri della stazione di Ferentino servì a capire cosa fosse accaduto.
La ragazza, superato lo shock, ha raccontato di aver conosciuto su un social network qualche mese prima, uno degli aguzzini con cui aveva cominciato una frequentazione durante la quale aveva conosciuto anche gli altri. La sera del 3 settembre, aveva appuntamento con due di quei giovani che la fecero salire in macchina senza dirle dove l’avrebbero portata. In quella macchina cominciano le attenzioni sessuali a cui lei tentò di sottrarsi. Nulla poté fare quando, portata in una casa di proprietà di uno dei sette arrestati, in una zona isolata, vi trova anche gli altri cinque. A turno la violentano ripetutamente. Dopo averne subite tante, a fatica riesce a sfilarsi da quelle violenze e a scappare sulla provinciale dove ha incontrato poi la donna che ha lanciato l’allarme. I sei indagati arrestati questa mattina dagli uomini del capitano Camillo Meo sono tutti di etnia Rom di età compresa tra i 36 e i 23 anni tutti con precedenti penali.