giovedì 21 settembre 2017 12:37:19
omniroma

AMS, PRESIDIO LAVORATORI A FIUMICINO: “CHIEDIAMO INCONTRO AL MISE”

2 novembre 2015 Omniparlamento

‎Nuovo presidio dei lavoratori Alitalia Maintenance Systems (Ams) questa mattina all'aeroporto di Fiumicino davanti alla sede Alitalia. Un'ottantina i manifestanti che con cartelli e trombette hanno chiesto un incontro con il ministro dello Sviluppo Economico.
“Venerdì – spiega Fabio Ceccalupo dipartimento territoriale Ugl Trasporto aereo – quattro motori Alitalia, degli 11 inefficienti presenti nel magazzino 43, ‎sono partiti verso Israele, e consegnati alla Bedek: non erano questi gli accordi. Per portare l'azienda in esercizio provvisorio, cosa che stanno tentando i curatori fallimentari, c'e' bisogno di tutti i volumi di lavoro compresi i motori che sono stati mandati all'estero. Il ministro aveva dato un filo di speranza sulla risoluzione della vertenza Ams, ma ad Alitalia evidentemente non interessa. Eppure Montezemolo stesso aveva garantito i motori alla Ams anche in virtu' di un nuovo acquirente. A questo punto ci sentiamo presi in giro. Inoltre il ministro alla Camera ha detto che c'e' una disponibilita' non solo del ministero, ma anche della Regione Lazio. Chiediamo percio' che il presidente Zingaretti esca allo scoperto e difenda il lavoro in Italia. Domani saremo dalle 10 alle 14 sotto la sede della Regione per ricordare a Zingaretti che e' ora di abbattere i silenzi”.‎ Il sit- in di protesta e' stato organizzato da Filt Cgil, Cisl Reti, Uiltrasporti, Ugl Trasporto Aereo‎. (2 novembre 2015)