domenica 24 settembre 2017 14:27:29
omniroma

AMA, SINDACATI: RAGGIUNTO ACCORDO PER SALVARE 78 LAVORATORI SU 118

30 ottobre 2015 Cronaca

“Lo sciopero dei lavoratori del servizio di raccolta porta a porta per le utenze non domestiche, dato in appalto da Ama a società esterne, ha registrato il 100% di adesione e dato i primi importanti risultati. Raggiunto l'accordo per la salvaguardia occupazionale di 78 dei 118 lavoratori licenziati. Per i 40 rimasti fuori da questo accordo si è stabilito con Ama un percorso per reinserirli nel più breve tempo possibile. Uno di quei casi in cui possiamo affermare che la lotta delle lavoratrici e dei lavoratori ha pagato”. Così in una nota Fp-Cgil, Cisl-Fit, Uil-Trasporti, Fiadel Roma e Lazio.
“Resta tutta l'amarezza per un sistema che non prevede regole a tutela dei servizi e dei lavoratori che li offrono, soggetti a burrasche ad ogni cambio di appalto. Oltre 200 lavoratori vedranno ridotti i loro stipendi a causa del cambio di contratto, visto che i bandi non prevedevano vincoli. Su questo fronte continuerà la vertenza in tutte le sedi, anche legali – continuano i sindacati – Se i 40 lavoratori ancora non ricollocati finissero in disoccupazione – pagata con i soldi pubblici – mentre altri 120 verranno assunti ex novo con gli sgravi – anche questi pagati con i soldi pubblici – per coprire l'ampliamento del servizio, saremmo di fronte a una doppia, cocente ingiustizia: nei confronti di chi ha servito Roma e adesso viene abbandonato al proprio destino nonostante il suo fosse un lavoro necessario; per i cittadini, che pagano tariffe salatissime e vedono spese così le risorse pubbliche. La mobilitazione non cesserà fino alla conclusione definitiva di tutta la vertenza”. (30 ottobre 2015)