sabato 23 settembre 2017 18:24:43
omniroma

Ama, ok Aula linee guida contratto servizio Gare municipali per i servizi aggiuntivi

23 settembre 2015 Senza categoria

Con 19 voti favorevoli, 8 contrari e 2 astenuti, l’Assemblea capitolina ha approvato i nuovi “Indirizzi programmatici e linee guida per la predisposizione del nuovo contratto di servizio per la gestione dei rifiuti urbani e i servizi di igiene urbana tra Roma Capitale e Ama Spa” basati sul decentramento su base municipale e il recupero della materia con l’adeguamento del servizio di Ama e dell’impiantistica. Nel provvedimento si legge che il contratto “provvede a disciplinare i rapporti in merito ai servizi istituzionali riconducibili alla gestione integrata dei rifiuti urbani” che ha come principio generale “l’intercettazione e la valorizzazione delle diverse frazioni dei rifiuti urbani”.
All’interno del documento si legge: “I servizi integrativi al di fuori del regime tariffario relativi all’igiene urbana (deratizzazione, sgombero insediamenti abusivi, disinfestazione per la zanzara tigre, ndr.) potranno essere formalizzati tramite specifiche convenzioni di durata non inferiore a un anno redatte secondo uno schema e le suddette convenzioni dovranno essere utilizzate come riferimento per garantire e regolamentare l’eventuale ricorso al mercato per l’espletamento dei summenzionati servizi. A tal fine, una quota dei predetti servizi dovra’ intendersi come eventuale, in modo da consentire a ciascun Municipio di esperire apposite gare a evidenza pubblica migliorative rispetto alle condizioni offerte da Ama Spa sulla base delle convenzioni standard”. L’insieme dei servizi coperti da tariffa disciplinati dal contratto si riferisce a macroattivita’: spazzamento pulizia e igiene urbana, raccolta rifiuti urbani, trattamentop/recupero, smaltimento, informazione, comunicazione e vigilanza. “Alla luce della complessita’ e peculiarita’ del servizio di gestione dei rifiuti urbani – si legge ancora nel provvedimento – il Contratto dovra’ essere strutturato in un’ottica di decentramento che riconosca il Municipio quale ambito territoriale di riferimento”. Per quanto riguarda spazzamento, pulizia e igiene urbana: il contratto “procede alla ridefinizione del servizio individuando una scala territoriale ottimale e integrandolo con il servizio di raccolta rifiuti con finalita’ di miglioramento della qualita’ anche attraverso l’attribuzione di compiti e responsabilita’ di risultato e controllabili a livello territoriale. La modalita’ per l’individuazione degli ambiti territoriali ottimali deve fare riferimento sia all’organizzazione aziendale del servizio che alle peculiarita’ urbanistiche in modo tale da suddividere anche i municipi in diverse aree omogenee”.
Inoltre, al fine di raggiungere degli “obiettivi di raccolta differenziata stabili dalla normativa vigente” il contratto individua le principali azioni programmatiche e organizzative che dovranno comprendere: semplificazione delle modalita’ di raccolta differenziata, massificazione ed estensione mirata della modalita’ porta a porta e dell’intercettazione dei rifiuti ingombranti e di altre tipologie di rifiuti mediante l’aumento dei centri di raccolta, un migliore bilanciamento dei cassonetti stradali sul territorio con la ridefinizione degli itinerari di raccolta. Il contratto dovra’ prevedere anche un piano di informazione e comunicazione rivolto ai cittadini al fine di: garantire la massima trasparenza in merito al ciclo dei rifiuti, diffusione della conoscenza del ciclo dei rifiuti, ottimizzazione dell’attivita’ di vigilanza e accertamento alle violazioni del regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani, formazione interna degli operatori Ama e promozione tra i dipendenti della cultura della relazione e del servizio al cittadino.
(23 Settembre 2015)