mercoledì 23 agosto 2017 08:01:31
omniroma

Ama, Fortini apre all’ingresso dei privati
“Dobbiamo produrre ricchezza e occupazione”

27 gennaio 2016 Economia

“Ama ha bisogno di farsi impresa industriale perché la componente di trattamento e smaltimento dei rifiuti nei prossimi 15 anni sarà imponente, per un valore che di comprende tra un miliardo di euro di investimenti e 2,5 miliardi di costi”. Lo ha detto il presidente di Ama Daniele Fortini a margine di un’iniziativa di Unindustria.
“Queste somme chiedono capitali finanziari ingenti e la capacità di essere imprenditori – spiega – Ama da sola, per la sua cultura e per il suo essere azienda di servizi non può sprigionare tutte queste caratteristiche ed ha bisogno di una compartecipazione come aveva stabilito l’assemblea capitolina quando ha rinnovato all’azienda una concessione di 15 anni”. “Per i prossimi 15 anni dobbiamo pensare ad una città che di 23 milioni di tonnellate di rifiuti che produrrà, se non cambiasse niente, 16 li manderebbe in tutta Italia e in tutto il mondo. Invece dobbiamo tenerceli in casa e produrre ricchezza e occupazione e al contempo recuperare risorse che faranno risparmiare soldi ai cittadini” conclude Fortini.