giovedì 19 ottobre 2017 20:07:13
omniroma

Al Bioparco le gazzelle e i potamoceri
Il 15 e 22 maggio due giornate dedicate

12 maggio 2016 Cronaca

“Al Bioparco di Roma sono arrivate le rarissime gazzelle dama e i potamoceri. Entrambe le specie fanno parte di programmi europei di conservazione in cattività (EEP – European Endangered species Programme) ai quali il Bioparco partecipa”. Così in una nota della Fondazione Bioparco di Roma.

“La gazzella dama è la più grande fra tutte le gazzelle esistenti. Con circa 300 individui sopravvissuti in natura, è una delle gazzelle a maggior rischio di estinzione al mondo. Al Bioparco sono arrivati cinque maschi appartenenti alla sottospecie Nanger dama mhorr, di età compresa tra i due e i quattro anni. Sono nati presso lo Zoo di Monaco e quello di Rotterdam e provengono da ‘Zoom di Torino’. La gazzella dama – continua la nota – frequenta habitat di prateria, savana alberata e ambienti aridi a sud del Sahara dove è presente con piccole popolazioni frammentate in Niger, Chad e Mali”.
“Le principali minacce sono: la caccia illegale, la perdita e degradazione dell’habitat a causa della conversione in pascoli per il bestiame domestico, della grave siccità e della desertificazione. Il Bioparco ospita due fratelli maschi nati a marzo 2015 presso lo Zoo di Wroclaw, in Polonia. I due animali appartengono alla sottospecie Potamochoerus porcus pictus, inserita in un programma europeo di conservazione (EEP). Il potamocero è il più piccolo e vistoso tra le cinque specie di suidi africani; è onnivoro e vive nella foresta pluviale dell’Africa centro-occidentale; quando raggiunge le aree coltivate, può causare gravi danni e per questa ragione alcune popolazioni sono state decimate dall’uomo. Al contrario della maggior parte degli altri suidi – continua la nota – anche il maschio prende parte alla cura e alla difesa dei piccoli, inoltre è un ottimo nuotatore. Curiosità: al contrario della maggior parte degli altri suini, anche il maschio prende parte alla cura e alla difesa dei piccoli, inoltre è un ottimo nuotatore”.
“In occasione dei nuovi arrivi, domenica 15 e 22 maggio il Bioparco organizza due giornate ‘Alla scoperta dei tesori del Bioparco’. Dalle 11.30 alle ore 17.30 gli operatori didattici saranno a disposizione dei visitatori presso le nuove aree per svelarne le caratteristiche più stravaganti e per rispondere a tutte le curiosità sugli animali presenti al Bioparco. Nel corso delle giornate si potrà inoltre partecipare ad un coinvolgente percorso guidato tra gli animali del Bioparco tra colli lunghi, manti a strie, unghie a uncino, naso lungo e peli setolosi”, conclude la nota.