venerdì 28 luglio 2017 18:48:01
omniroma

Acqua a pagamento dai nasoni hi-tech
La proposta dei consiglieri M5S

3 luglio 2017 Politica

Acqua refrigerata “a pagamento immediato” dai nasoni hi-tech installati da Acea in città. A lanciare la proposta i consiglieri comunali M5S Annalisa Bermabei, Paolo Ferrara, Eleonora Guadagno, Giuliano Pacetti e Maria Teresa Zotta che hanno preparato un’apposita mozione che è stata inserita all’ordine del giorno nella seduta di Assemblea capitolina convocata per domani. La mozione, si legge, “impegna il sindaco Virginia Raggi e la Giunta affinché concordino con Acea Spa l’erogazione di acqua refrigerata dalle Case dell’Acqua con pagamento immediato”. La stessa mozione chiede che “si promuovano iniziative per il risparmio idrico e si proceda alla revisione delle tariffe e alla re-internalizzazione dei servizi di manutenzione”.
Attualmente le Case dell’Acqua di Acea “erogano gratuitamente acqua fresca, naturale o frizzante. A forma di logo Acea o di chiosco verde a pianta esagonale, questi ultimi installati per il Giubileo di Papa Francesco, i nasoni hi-tech offrono la possibilità di bere gratuitamente la stessa acqua che arriva nelle case dei romani, con le caratteristiche di qualità – spiega Acea sul suo sito internet – garantite da oltre 250.000 controlli eseguiti ogni anno.
Una famiglia tipo di tre persone potrà risparmiare fino a 130 euro all’anno per l’acquisto di acqua minerale”. Acea sta installando 100 Case dell’Acqua, di cui 60 a Roma e 40 nei comuni della provincia.